Google+ Followers

martedì 7 aprile 2015

Mozione 2015/1 RATEIZZAZIONE TRIBUTI - respinta












La votazione effettuata che ha indicato la contrarietà della maggioranza tutta (PD e SEL)








Esiste la rateizzazione nel nostro Comune? SI per chi? Solamente per coloro che hanno un ISEE molto basso o hanno subito una calamità naturale. E gli altri? Devono dimostrare al riscossero dei tributi la loro difficoltà. Cosa proponeva questa mozione? di PARLARE della possibilità di MODIFICARE IL REGOLAMENTO e prevedere anche NUOVE FORME (senza nessun obbligo di limite alle idee), magari con una semplice telefonata e fax come accade nelle società quali toscanaGas o Enel, attraverso una semplice indicazione di necessità di rateizzare.
Cosa accade? Che per ottenere una rateizzazione il cittadino deve recarsi alla "Corte del Re" a chiedere il favore di considerare la sua povertà. Niente di più sbagliato nel rapporto cittadino-istituzioni: far perdere dignità a favore di un "potere".


Questo il testo della mozione del Movimento Cinque Stelle San Giuliano Terme:






M5S 1/2015
Al Presidente del Consiglio Comunale di San Giuliano Ter,e,
Gent.ma Sig. Mauro Pardini
e p.c. al Sindaco di San Giuliano Terme,
Egr. Sig. Sergio Di Maio
MOZIONE


OGGETTO: “ Rateizzazione dei tributi comunali


PREMESSO CHE
l’attuale momento di crisi economica ha investito tutte le categorie di contribuenti, comprese le attività commerciali, i lavoratori, le famiglie, i pensionati e i cittadini tutti di San Giuliano Terme, ponendoli in una condizione di difficoltà nel poter adempiere agli obblighi tributari, pur volendovi provvedere


PRESO ATTO CHE
è stata pubblicato sul sito di Codesto Comune un comunicato che così recita:
Il Comune di San Giuliano Terme informa che è in corso da parte dell'Ufficio tributi un'attività di accertamento straordinario delle somme dovute dai contribuenti per la titolarità di autorizzazioni di passi carrabili.
Detto accertamento riguarda le annualità dall'anno 2010 sino al 2014, periodo che, è stato accertato, è interessato da numerosi casi di morosità.
Per i contribuenti destinatari di specifici solleciti di pagamento, secondo quanto sopra indicato, si ricorda che l'art. 32 bis del vigente regolamento delle entrate, (visionabile anche sul sito web istituzionale all'indirizzo http://www.comune.sangiulianoterme.pisa.it/il-comune/statuto-e-regolamenti/disciplina-delle-entrate/view) prevede la possibilità di richiedere la rateizzazione degli importi dovuti, in presenza delle condizioni stabilite da detta disposizione.
CONSIDERATO CHE
In base ai commi 651 e 652 i Comuni, nella determinazione delle tariffe tengono conto dei criteri disciplinati dal D.P.R. n. 158/1999 e possono prevedere coefficienti e criteri di calcolo specifici per determinate tipologie di imposte locali;
PRESO INOLTRE ATTO CHE
In base al comma 660 i Comuni possono deliberare riduzioni ed esenzioni con copertura assicurata attraverso il ricorso a risorse derivanti dalla fiscalità generale del comune;
CONSIDERATO CHE
La crisi perdurante sta creando non pochi problemi anche a molte famiglie ed aziende del nostro comune;
CONSIDERATO INOLTRE CHE
  • l’articolo 32 bis, comma 1  del Regolamento delle Entrate di Codesto Comune prevede:
“ Art. 32 bis - Sospensione e dilazione del versamento; rateizzazione di avvisi di accertamento, di atti di
contestazione delle sanzioni e di ingiunzioni
1. Con delibera della Giunta Comunale, i termini ordinari di versamento delle entrate tributarie possono essere sospesi o differiti per tutti o per determinate categorie di soggetti passivi interessati da:
- gravi calamità naturali;
- particolari situazioni di grave disagio economico, individuate con i criteri fissati nella medesima deliberazione “


ovvero determina la sospensione e dilazione, nonchè la teizzazione solo per alcune categorie di soggetti e non per tutti i contribuenti,
E CHE
  • l’articolo 33 bis dello stesso Regolamento delle Entrate di Codesto Comune prevede:
Art. 33 bis - Rateazione di somme iscritte a ruolo
1. Secondo quanto previsto dall’art. 26, comma 1-bis del D. Lgs. 26/02/1999 n. 46, si applicano alle entrate iscritte a ruolo dal Comune di San Giuliano Terme, ivi comprese quelle relative alla riscossione spontanea a mezzo ruolo non derivante da inadempimento, le disposizioni di cui all’art. 19 D.P.R. 29/09/1973 n. 602 e successive modificazioni ed integrazioni, che attribuisce la competenza in materia di dilazione di pagamento all’agente della riscossione.


IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE


a prevedere per i soggetti passivi di tributi, per le Aziende, per i commercianti e per tutte le categorie di cittadini interessate, una rateizzazione dei pagamenti dei tributi comunali di qualsivoglia denominazione ( TASI, TARI, COSAP, nonchè PASSI CARRABILI ecc ecc ), superiore a quella attualmente fruibile, ovvero di istituirla ove non prevista, ovvero alla modifica del Regolamento delle Entrate per consentire a tutti i cittadini di adempiere, senza incorrere in sanzioni  agli obblighi costituzionali di concorso alle spese pubbliche,secondo l’art. 53 della Costituzione;


San Giuliano Terme,
5 Febbraio 2015 Silvana Minucci
Consigliere Comunale
Portavoce
Movimento Cinque Stelle San Giuliano Terme














Posta un commento